CASTELDELFINO RAID EXPERIENCE with Cromilla è un’ampia proposta mototuristica sviluppata in collaborazione con il Comune di Casteldelfino e A.T.L. Cuneese che consente agli appassionati di ogni genere di scoprire i percorsi, i panorami, l’enogastronomia, la cultura e l’ambiente del basso Piemonte (Alpi Occidentali) e della Francia oltre confine.

L’esperienza sarà impreziosita da una tour leader di eccezione, “Cromilla”, cittadina onoraria di Casteldelfino, motociclista romana che ha nel cuore e nel manico i territori nei quali condurrà i gruppi di appassionati. Sarà affiancata da Roberto Bernardi, guida locale con una profonda conoscenza del territorio.

I tour si effettuano nel mesi di luglio e agosto 2020.

Potrai deliziarti con itinerari mozzafiato dai 2000 ai 3000 mslm. ricchi di pieghe e panorami unici ed insieme approfittare delle allettanti proposte di enogastronomia locale ma anche delle visite a musei, architetture civili e religiose della cultura occitano-provenzale, santuari naturalistici come il Bosco dell’Alevè, il Parco del Monviso o rilassarti ad esempio alle Terme di Valdieri. Nella zona si trovano inoltre comuni piemontesi ricchi di storia e di centri di pregio antico quali Saluzzo, Cuneo, Mondovì, Alba ed altri nella vicina Francia come Briancon, Guillestre, Embrun, Barcellonette.

Il punto di ritrovo è la città di CASTELDELFINO in provincia di Cuneo.

I percorsi sono ad anello e prevedono sempre il ritorno in giornata nella ormai rinomata Capitale dell’Escarton della Castellata ( Casteldelfino ) o in qualcuno dei comuni limitrofi.

Con una percorrenza media giornaliera di circa 250 km potrai scoprire mitiche strade come quella del Colle dell’Agnello, del Colle dell’Isoard, il valico del Monginevro, il Colle della Maddalena e molto altro ancora.

A queste proposte potrai aggiungere su richiesta altri itinerari da effettuare dal lunedì al venerdì per conoscere ad esempio la città di ALBA e l’Alta Langa, i Colli di Sampeyre ed Esischie e poi ancora Castelmagno e la rinomata Via del Sale che unisce Limone Piemonte con l’entroterra Ligure.
Oppure, sempre su richiesta, potrai alternare le giornate in moto con itinerari naturalistici da realizzare con guide locali esperte o dedicare una giornata al completo relax presso le Terme di Valdieri.

Per chi lo desidera c’è la possibilità di NOLEGGIARE UNA MOTO grazie alla collaborazione con la concessionaria Luciano Moto di Casalgrasso (CN)

Queste le date in cui è possibile partecipare:

  • 17-19 luglio 2020 
  • 24-26 luglio 2020 
  • 31 luglio-2 agosto 2020 
  • 7-9 agosto 2020 
  • 14-16 agosto 2020 
  • 21-23 agosto 2020

 

Potrai scegliere la struttura per il tuo pernottamento tra le seguenti proposte:

Puoi effettuare l’iscrizione bloccando così il periodo e la struttura da te preferiti compilando il form “Prenota il Tour“. Selezionando la durata e la struttura di tua scelta, verrà visualizzato il corrispondente costo del pacchetto. Nel caso la data dovesse essere posticipata o annullata, l’intero importo versato ti verrà restituito.

Il numero minimo di partecipanti per ogni tour è di 5 persone. Il numero massimo è 20.

Termine iscrizioni: entro 3 giorni prima della data di partenza del tour preferito (salvo disponibilità).

Ogni partecipante riceverà tra i gadget anche l’ormai classico Passaporto della Repubblica degli Escartons – Hommes Libres, ormai divenuto l’emblema di una categoria che sente la libertà come fattore dominante dell’essere motociclisti.

 

RITROVO, PARTENZA E ARRIVOCASTELDELFINO (CN)
PROSSIME DATE (a scelta fino ad esaurimento posti)
  • Weekend A: venerdì 17 – domenica 19 luglio
  • Weekend B: venerdì 24 – domenica 26 luglio
  • Weekend A: venerdì 31 luglio – domenica 2 agosto
  • Weekend B: venerdì 7 – domenica 9 agosto
  • Weekend A: venerdì 14 – domenica 16 agosto
  • Weekend B: venerdì 21 – domenica 23 agosto
COMPRESO
2 notti (ven e sab) con colazione (per i pacchetti weekend)
2 cene (ven e sab) presso l’albergo o ristorante convenzionato
Tour leader in moto e accompagnatore per le escursioni
Roadbook cartaceo con itinerari e punti di interesse
Passaporto della Repubblica degli Escartons – Hommes Libres
Gadget
NON COMPRESO
I pranzi e le bevandeBenzina e pedaggi per la propria moto
Ingressi ai musei e siti di interesse storico, artistico e naturalisticoLe spese extra personali, le mance e tutto quanto non indicato nell’elenco COMPRESO

Puoi richiedere maggiori informazioni compilando ed inviando il modulo qui sotto.


Additional information

Weekend A17-19 luglio, 31 luglio-2 agosto, 14-16 agosto
Weekend B24-26 luglio, 7-9 agosto, 21-23 agosto
B&B La Guiette - CasteldelfinoWE in doppia
Residenza Italia - CasteldelfinoWE in doppia, WE in singola
Hotel Il Torinetto - SampeyreWE in doppia, WE in singola
Hotel Monte Nebin - SampeyreWE in doppia, WE in singola
Rifugio Delfin dal PianholWE in doppia, WE in singola

GIORNO WEEKEND A

  • Casteldelfino – Colle dell’Agnello – Chateau Queyras – Bivio Izoard – Briancon – Monginevro – Cesana – Sestriere – Val Chisone – Pinerolo – Saluzzo – Verzuolo – Casteldelfino. Km 240.
  • Durante la giornata del sabato partiremo dalla capitale della Castellata per dirigerci verso il Colle dell’Agnello, il più alto valico transfrontaliero asfaltato d’Europa, per entrare in Francia e raggiungere Chateau Queyras. Continueremo verso Briancon superando il colle dell’Izoard. Dopo una visita alla città delle meridiane dove si trova inoltre una delle fortificazioni di Vauban risaliremo il colle del Monginevro per poi raggiungere Cesana, Sestriere e, scendendo la Val Chisone, raggiungere Pinerolo, Cavour, Saluzzo, Verzuolo e risalire in Valle Varaita verso Casteldelfino.

GIORNO WEEKEND A

  • Casteldelfino – Venasca – Rossana – Dronero – San Damiano – Macra – Marmora – colle d’Esischie – colle Fauniera– colle di Valcavera – Piana Bandia – Vallone dell’Arma – Demonte – Borgo San Dalmazzo – Costigliole Saluzzo – Piasco – Casteldelfino. Km 160.
  • Partenza da Casteldelfino alla volta della Valle Maira che percorreremo per tutta la sua lunghezza fino al bivio con Marmora. Da lì una sequenza di tre spettacolari colli in quota che hanno reso epiche le imprese di Pantani al Giro d’Italia: Esischie, Fauniera (Colle dei Morti) e Valcavera, con visite ai forti militari della Bandia, fortificazioni risalenti alla fine del 1700 le “trune” ed inizio 1800 le caserme piemontesi successivamente inserite nel Vallo Alpino. Discesa nello spettacolare Vallone dell’Arma e giunti a Demonte rientro lungo il fondovalle verso la Valle Varaita.

GIORNO WEEKEND B

  • Casteldelfino – Colle dell’Agnello – Chateau Queyras – Guillestre – Embrun – Savine Le Lac – Barcellonette – Colle della Maddalena – Demonte – Borgo San Dalmazzo – Caraglio – Dronero – Colletta di Rossana – Rossana – Casteldelfino. Km 300.
  • Durante la giornata di sabato partiremo dalla capitale della Castellata per dirigerci verso il Colle dell’Agnello, il più alto valico transfrontaliero asfaltato d’Europa, per entrare in Francia transitando a Guillestre, sulla riva del fiume Durance. Proseguiremo verso Embrun, dove il fiume forma il grande bacino artificiale di Serre-Ponçon, poi Savines Le Lac e La Sauze du Lac. Da qui ci dirigeremo verso Barcellonette, città importante già dai tempi dei Longobardi, successivamente da Jausier saliremo verso il Colle della Maddalena per rientrare in Italia in Valle Stura, lungo la quale incontreremo il bivio per Vinadio (celebre per le acque termali). Attraverseremo Borgo San Dalmazzo, Caraglio, Dronero e poi Rossana rientrando così in Valle Varaita.

GIORNO WEEKEND B

  • Casteldelfino – Sampeyre – Colle di Sampeyre – Elva – Valle Maira – Marmora – Colle d’Esischie – Castelmagno – Caraglio – Montemale – Dronero – Colletta di Rossana – Rossana – Casteldelfino. Km 140.
  • Da Casteldelfino scenderemo verso Sampeyre per poi divertirci lungo i 22 km di salita dello spettacolare colle di Sampeyre con viste mozzafiato sul Monviso. Da lì discesa e visita ad Elva ,il comune abitato piu’ alto d’Italia. Giunti a Stroppo risaliremo al colle d’Esischie, per poi scendere in Valle Grana al santuario di Castelmagno, zona famosa in tutto il mondo per la produzione del suo prelibato formaggio d’alpeggio. Da lì scenderemo la valle, fino a Caraglio, per poi rientrare in Valle Varaita.